IL MUSEO DELL’ORRORE – Mercoledì 10 agosto 2016

Il freddo e il maltempo oggi si sono accentuati e così dopo una prima mattina ancora in giro da turisti in cui vediamo, tra l’altro, la Theatinerkirche  (purtroppo in ristrutturazione all’esterno), il teatro Cuvilliés,

P1060689un piccolo gioiellino, la Max Joseph Platz circondata da palazzi neoclassici, decidiamo di dedicare il resto della giornata allo Stadtmuseum, il museo dedicato alla storia di Monaco e che comprende anche una interessante sezione di giocattoli, marionette e strumenti musicali, ma, soprattutto, all’attiguo museo dedicato alla storia del nazismo, così da cominciare a preparare Patitù alla visita a Dachau.

E ascoltare con l’audioguida, la storia del nazismo, oltre a coprire clamorose lacune, in primis che proprio Monaco è stata la culla del nazismo e la rampa di lancio di Hitler, è sconvolgente almeno quanto, se non più della visita stessa al campo di concentramento.

Si esce turbati, toccati, sconvolti, dall’ascolto di una cosa che crediamo di conoscere perfettamente e che invece ogni volta si rileva in tutto il suo orrore, in tutta la sua assurda ferocia, in tutta la sua disumanità, ancora più sconvolgente, proprio perché attuata da esseri umani, è terribile quello che ascoltiamo e vediamo è insopportabile quello che cerchiamo di immaginare…

Poi arriva la sera e il nostro amico OPA ci regala  nuovamente la sua compagnia per festeggiare con due giorni di anticipo il mio cinquantesimo compleanno visto che il giorno dopo parte per quattro giorni di vacanza in Austria. Ceniamo in un ristorante austriaco e conosciamo finalmente anche la sua bella e simpatica moglie russa: una serata ancora una volta simpaticissima e di splendida compagnia in cui è bellissimo tutto l’incrociarsi di lingue, tedesco, inglese, italiano e perfino un po’ di francese…

Abbiamo varcato ormai la metà del nostro soggiorno.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Germania, Monaco di baviera, nazismo

2 risposte a “IL MUSEO DELL’ORRORE – Mercoledì 10 agosto 2016

  1. a Monaco..a Berlino…si tocca con mano la storia più tragica del ‘900…è importante toccarla

  2. E’ fondamentale! Toccarla, raccontarla, trasmetterla e non dimenticare mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...