OCCHE’ TU HA FATTO UN FIORE E POI CI HAI HAHATO SOPRA…

In men che non si dica anche la settimana di mare in Toscana è alle spalle ed è di nuovo montagna, di nuovo Val di Fiemme e, stavolta, finalmente, anche con la Leonessa, sia pure solo per una settimana: poi Wild Horse torna per forza di cose, dopo 4 settimane di vacanza, al lavoro mentre le sue donne si fermeranno ancora una settimana tra i monti prima che sia di nuovo scuola: 5° elementare!

La settimana nel Golfo di Baratti (qui, per la precisione) è stata, come doveva essere, bellissima sotto tutti i punti di vista: tempo, mare, compagnia, struttura alloggio… insomma veramente tutto ok.

Il tempo, dopo le incertezze a cavallo del Ferragosto, ha messo la testa a posto e a parte un po’ di nuvole nella giornata di lunedì 24, ci ha regalato tanto sole, cieli azzurri e temperature gradevoli; solo un po’ di vento di troppo che ha reso spesso il mare mosso, ma si tratta di cercare un difetto a tutti i costi…

Lunedì 24 ne abbiamo approfittato per una gita nel parco archeominerario del Temeprino / Rocca di San Silvestro, una location molto interessante per grandi e piccini con un paio di percorsi (il primo a piedi, il secondo in trenino) all’interno di miniere da non perdere: purtroppo non siamo riusciti a vedere a Rocca di San Silvestro in quanto ormai a qualche centinaio di metri dalla meta ci ha colti un acquazzone di rara intensità che ci ha fatti ripiegare in fretta e furia verso la stazione del trenino tutti infradiciati: rientrare nella miniera per 40 minuti a 14 gradi è stato molto poco piacevole!

Il mare, limpido e pulito (se si esclude la costante presenza di fastidiose alghe) ci ha permesso di fare bagni a ripetizione e di divertirci molto tra i cavalloni anche nei giorni in cui si è presentato più mosso; e che spettacolo giovedì quando siamo scesi in spiaggia alle 18.30, abbiamo fatto un bellissimo bagno e poi abbiamo osservato il sole tramontare nel mare prima di concludere la giornata con una “signora” cena lì vicino.

Sulla location niente da dire, non ho frequentato molti villaggi negli ultimi anni ma già le dimensioni delle camere (mini appartamenti) e la piscina olimpionica bastavano a promuoverlo a pieni voti: e gli amici che erano con noi e che venivano da sei anni di villaggi nei dintorni hanno detto che questo è decisamente il migliore di tutti!

La compagnia era già una certezza prima della partenza ma solo la convivenza spesso rivela la reale consistenza di certe amicizie… beh, è andata ancora meglio di quanto pensassi.

Eravamo cinque adulti e sei bambini, tutti della scuola di Patitù (una sua compagna con il fratello maggiore e la sorella minore che andrà in terza, mentre gli altri due sono fratelli di cui il grande è stato compagno del fratello della compagna di Patitù, mentre il piccolo farà la quarta quest’anno e ha sei giorni meno di Patitù) e abbiamo riso, scherzato, giocato a più non posso… in una sola parola: siamo stati benissimo!!!

Difetti della settimana? Beh, a volerli proprio cercare, i parcheggi al mare carissimi, la mancanza di un bus navetta per il mare del Resort, qualche alga di troppo in spiaggia (me le aspettavo un pò più pulite…) ma stiamo veramente cercando il pelo nell’uovo: Piuttosto il vero pollice verso della settimana è stata la perdita di tutte le foto che avevo scattato, proprio nell’ultima sera: giuro che mi è venuto quasi da piangere per la rabbia, ma pare che sia saltata la schedina SD; la speranza di recuperarne il contenuto non è ancora persa ma bisognerà vedere se il costo ne giustificherà il tentativo di intervento…

Non posso concludere senza citare la bellezza della parlata toscana, che abbiamo avuto nelle orecchie per tutta la settimana e che non mi stancherei mai di sentire… La chicca è stata l’ultimo pomeriggio durante la partita di calcio che si svolgeva all’interno del Resort quando un ragazzino ha fatto una splendida azione concludendola, però, con un tiraccio inguardabile e il padre da bordo campo gli ha gridato (mi perdonino i toscani per la trasposizione approssimativa) “occhè tu ha fatto un fiore e poi ci hai hahato sopra!!!”

Annunci

14 commenti

Archiviato in Amici, mare, Patitù, vacanze

14 risposte a “OCCHE’ TU HA FATTO UN FIORE E POI CI HAI HAHATO SOPRA…

  1. Bellissimo tutto, riposante e rigenerante. Se posso trovare, io, il pelo nell’uovo, la parlata toscana aspira a inizio parola solo in fonosintassi, occasionalmente, non a inizio. Dunque la corretta trascrizione della corretta pronuncia è “khahato”, al limite, se non proprio “cahato”. 😉

    • Grazie ‘povna, pur avendo nonna paterna toscana (di Siena, per la precisione) non ho minimamente la parlata; ho trascritto ciò che ricordavo perché era troppo bella l’espressione!

  2. Che dolore la perdita delle foto 😦 Per il resto, la vera vacanza come dovrebbe essere, e nella memoria comunque resterà questo

  3. Successe anche a noi un anno di perdere delle foto di quasi un intero anno, il pc ebbe un tracollo, alcune le avevo stampate ed altre erano rimaste nella macchina fotografica.
    Amen! Per voi una scusa in più per tornarci e goderne insieme a Leonessa.
    Buona continuazione!!!

  4. quest’anno anche a me è andata in tilt la scheda sd per cui ciao ciao foto…. per fortuna solo le mie per cui recuperiamo con quelle di marito e figlia. (ps. ma cosa è successo? la ribellione delle sd?)

  5. 🙂 che bello che la mia Toscana (e quelli poi sono proprio i miei posti, Baratti è la mia spiaggia del cuore) ti sia piaciuta!

  6. annikalorenzi

    sottoscrivo Povna…ca’ato in livornese…!

    bei posti e si..parcheggi cari e qualche alga!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...