Prima Comunione

“Uno dei più bei giorni della mia vita”; quante volte nel corso della nostra vita pronunciamo questa frase, a volte trasformandola addirittura nell’ancora più grande “Il più bel giorno della mia vita”!

Cosa vuol dire? che forse per il fatto di ripeterla più volte, magari a distanza di mesi o anni, la stessa perda di significato o la renda meno vera?

Secondo me, invece, (e per fortuna!) vuol solo dire che la nostra vita di giornate così ce ne riserva davvero tantissime e che mentre le viviamo non possiamo fare a meno di considerarle come bellissime, addirittura uniche, perché sentimenti, emozioni, gioie sono tali che cancellano tutte quelle simili, uguali o addirittura superiori già vissute.

Oggi per noi è stata “una di queste giornate” e mentre vedevo la nostra Patitù in fila con gli altri bambini, pronta per andare a prendere la Sua Prima Comunione, per ricevere per la prima volta Nostro Signore dentro di lei, ho sentito forte e chiaro questo pensiero, l’emozione intensa che si prova così raramente, che ti fa venire gli occhi lucidi per l’intensità mentre sentivo una gioia grande riempirmi il cuore.

Il resto è stato tutto contorno, ma di quei contorni davvero importanti, niente affatto banali o scontati.

Le compagne di scuola di Patitù, venute a posta per lei, la coordinatrice didattica della scuola (e sua maestra di informatica), venuta a posta per lei, gli abbracci con le sue amiche, l’abbraccio interminabile con la sua catechista, il sorriso improvviso che le ha illuminato il viso quando ha visto la sua maestra; il momento in cui sono salito a leggere la seconda lettura, le mani tremavano un po’ e ho dovuto appoggiare il foglietto per leggerlo…

E poi il rinfresco diverso dal solito che abbiamo organizzato: pensando che fosse giusto privilegiare le bambine, essendo la loro festa e non la nostra e cogliendo l’occasione che a fare la Comunione tutte lo stesso giorno fossero cinque chierichette, abbiamo pensato di tralasciare il solito ristorante e di organizzare una festa tutti assieme, cinque famiglie con circa 20 invitati a testa; abbiamo affittato una sorta di grande capannone nel convento accanto a casa nostra, abbiamo chiamato una società di Catering che ha fatto un vero e proprio miracolo anche in rapporto al prezzo pagato e abbiamo trascorso un pomeriggio davvero bellissimo, sereni, rilassati, gioiosi e con le bambine che si sono davvero sempre sentite al centro della festa.

P1040751 P1040763

E il premio più bello è arrivato da mio papà che alla fine di tutto mi ha confessato che era molto scettico all’inizio sul tipo di rinfresco organizzato e sulla “location” e che invece era felicissimo di essersi sbagliato e ricreduto!

Ultima notazione mia personale, oggi era anche il compleanno di mia mamma che, a meno di 6 mesi dall’asportazione dello stomaco e a due settimane scarse dall’ultima chemio fatta è riuscita a rimanere con noi tutto il giorno e non posso che pensare a tutto il bene che questa giornata possa averle fatto sull’umore: stasera l’ho sentita proprio felice e contenta!

E con noi c’era anche mio suocero, anche lui alle prese con quei giorni terribili che precedono le “sentenze” dei medici sul probabile ennesimo tumore della sua vita, anche lui con occhi e cuore solo per la sua nipotina…

Il mio cuore e il mio pensiero era tutto per loro quando alla fine della Cerimonia oggi il Parroco rivolgendosi ai bambini ha detto loro che in occasione del primo incontro della loro vita, Gesù avrebbe esaudito una loro richiesta fatta in preghiera con il cuore…

Annunci

3 commenti

Archiviato in Chiesa, fede, Patitù, Prima Comunione

3 risposte a “Prima Comunione

  1. Carissimo, sì avete avuto davvero una stupenda idea.
    Ricordo che con l’allora Prince avevamo sì fatto un pranzo tradizionale, ma in un ristorante qui del paese dove erano presenti anche altri suoi compagni ed era stata una berta festa per loro.

    In queste occasioni di rigore ho sempre un trucco waterproof e un paio di occhiali scuri d’emergenza

  2. Tantissimi auguri per questa giornata speciale e perché tutto vada per il meglio, un abbraccio, sai che sono un po’ sulla tua stessa barca e capisco che vedere gli occhio colmi d’amore dei nonni per i nipotini, specialmente in questi momenti, è un’emozione incontenibile!

  3. annikalorenzi

    auguri in ritardo e complimenti per la scelta ! anch’io optai per una festa condivisa, semplice ma davvero tanto carina!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...