E CHE GUERRA SIA!

La mazzata vera e propria è arrivata con un sms di mia sorella martedì mattina mentre ero a un convegno, la dura conferma venerdì pomeriggio, io, mia sorella e mi papà, come tre bambini davanti a un professore implacabile che ha sentenziato la presenza di un tumore allo stomaco a mia mamma.

E la vita cambia da un giorno all’altro, così come se niente fosse.

Martedì è stato il giorno più difficile, il giorno del dolore, nel pomeriggio sono andato in ufficio da mio papà a dirglielo, è crollato, letteralmente!

Poi l’attesa, interminabile, la dimensione tempo si trasforma a seconda della situazione che si sta vivendo, ogni minuto dura un’ora, ogni ora un giorno…

E la speranza, incredibilmente, cresce ogni ora che passa e cresce fino a farti credere che sia veramente così e quando venerdì scopri che invece è proprio come il medico ti aveva preannunciato come una quasi certezza ti scopri nuovamente nudo e indifeso anche se stavolta è la rabbia a prevalere e insieme ad essa una gran voglia di combattere, di non dargliela vinta alla bestiaccia.

Ora è di nuovo il tempo dell’attesa, domani esami del sangue e TAC, poi sapremo veramente a chi ci troviamo di fronte e quali armi avremo a disposizione per combattere.

Se guerra deve essere, che guerra sia, sperando solo che non si tratti di una battaglia già persa in partenza: ma quella, eventualmente sarà un’altra storia alla quale ora non posso né voglio pensare!

Annunci

6 commenti

Archiviato in Cancro, Mamma

6 risposte a “E CHE GUERRA SIA!

  1. Per esserci passata attraverso ti sono vicina. Sono, siamo qui per condividere con te quanto riterrai di compartire. Un abbraccio, grande

  2. Infatti. Come ricorda Iome, sia qui, nelle forme che vuoi, per quello che è necessario. Anche il mio abbraccio è grande e forte.

  3. Un grande abbraccio a tutti voi.
    Combattere sempre.

  4. L’offerta vale anche per me. Per quello che posso, per dove siamo, per quello che vorrai. Ci siamo. Come diceva con altre parole qualcuno? Combatti tutto quello che puoi combattere e accetta quello che devi accettare…

  5. Forza e pugni chiusi. Si combatte e non sempre si perde. Auguroni sinceri.

  6. Un grazie di cuore a tutte voi, è davvero confortante leggere le vostre parole.
    Ieri prima piccola schiarita dopo tanto buio e tanta paura; la TAC ha dato esito negativo, la bestiaccia pare sia soltanto lì e gli altri organi vitali al momento sono tutti puliti.
    Giovedì il prossimo step…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...